L’artrite psoriasica è una malattia infiammatoria cronica autoimmune che colpisce le articolazioni delle persone con la psoriasi.
Fa parte delle spondiloartriti sieronegative (spondiloentesoartriti), un gruppo eterogeneo di malattie infiammatorie croniche delle articolazioni con alcune caratteristiche in comune.

Se compaiono mal di schiena o dolori articolari, la cosa migliore da fare è rivolgersi al proprio medico di famiglia, che saprà diagnosticare il problema e iniziare la terapia più appropriata o eventualmente reindirizzare ad uno specialista in patologie articolari (reumatologo).

Mi fanno male le articolazioni: cosa può essere?

I dolori articolari sono molto frequenti e possono essere causati da un’ampia varietà di patologie molto diverse fra loro.

Le malattie che riguardano lo scheletro, le articolazioni e il connettivo (tessuto fibroso di supporto che abbonda nell’organismo) si chiamano malattie reumatiche.Il termine generico reumatismo fa riferimento ai dolori cronici di ossa e muscoli ed è ormai obsoleto. Attualmente nella pratica clinica si usa il termine artrite, che indica in maniera più precisa l’infiammazione articolare.

Le malattie reumatiche sono più di 100, alcune molto frequenti, come l’artrosi, altre piuttosto rare; alcune sono note fin dall’antichità, come la gotta e la spondilite, mentre altre sono state definite solo in tempi recenti.

Quali sono le cause dell’artrite psoriasica?

Le cause dell’artrite psoriasica non sono ancora del tutto chiare.

Come la psoriasi, anche l’artrite psoriasica è multifattoriale, dovuta ad una combinazione tra fattori ereditari (genetici) che predispongono alla malattia e fattori ambientali (stress emotivo, infezioni) in grado di innescarla.

In una persona geneticamente predisposta, alcuni fattori ambientali come un trauma fisico, un forte stress emotivo, l’assunzione di certi farmaci oppure un’infezione possono scatenare la malattia. In particolare, le infezioni batteriche da streptococco e stafilococco e l’infezione da virus HIV sembrano giocare un ruolo significativo nell’artrite psoriasica.

Come si presenta la malattia?

L’esordio dell’artrite psoriasica può essere piuttosto subdolo; la malattia può dare gli stessi sintomi di artrite reumatoide, gotta e artrite reattiva.

In genere, l’artrite psoriasica si manifesta con dolore, gonfiore e rossore delle articolazioni colpite. In alcuni casi, le manifestazioni articolari sono abbastanza caratteristiche e suggestive di artrite psoriasica, quindi possono essere facilmente riconosciute dal medico di famiglia. Altre volte la malattia può presentarsi in modo più subdolo, con una sintomatologia più sfumata e comune a molte altre malattie reumatiche; a quel punto diventa importante rivolgersi a uno specialista reumatologo per una diagnosi accurata.

Qual è il meccanismo della malattia?

Il meccanismo dell’artrite psoriasica è sostanzialmente analogo a quello della psoriasi. La malattia è scatenata da fattori ambientali che agiscono sull’articolazione, per esempio un’infezione o un trauma. Le cellule del sistema immunitario riconoscono questi fattori come estranei e pericolosi e lanciano un allarme, richiamando altre cellule specializzate per neutralizzare la minaccia esterna.

A questo punto, però, nella persona geneticamente predisposta, il sistema immunitario attivato si sbaglia e inizia a considerare come una minaccia anche le normali componenti dell’articolazione. S’innesca così un processo infiammatorio diretto soprattutto contro la membrana sinoviale (sinovite), le entesi (entesite) e l’osso (osteite), responsabile delle tipiche manifestazioni dell’artrite psoriasica.

Il meccanismo infiammatorio si automantiene e può danneggiare gravemente l’articolazione, arrivando a comprometterne la funzionalità.

Come viene diagnosticata l’artrite psoriasica?

Non ci sono esami apposta che consentano di fare diagnosi di artrite psoriasica. La diagnosi nasce da un insieme di elementi.

Dato che molte artriti possono manifestarsi con una sintomatologia tutto sommato abbastanza simile, bisogna riuscire a distinguere l’artrite psoriasica rispetto alle altre forme di infiammazione articolare, come la gotta e l’artrite reumatoide. Per fare questo, il medico deve conoscere la tua storia clinica (anamnesi) e visitarti attentamente (esame obiettivo).

La diagnosi si basa sull’osservazione dei sintomi caratteristici (artrite, e/o spondilite e/o entesite e/o dattilite), che possono essere presenti in varie combinazioni, in una persona che ha la psoriasi in fase attiva o in fase di remissione oppure in una persona che, pur non avendo la psoriasi, ha un familiare colpito (artrite psoriasica sine psoriasi).

Quali zone del corpo colpisce l’artrite psoriasica?

Le zone colpite sono le articolazioni e in particolare:

  • membrana sinoviale: riveste l’interno dell’articolazione e contiene il liquido sinoviale, che la nutre e la lubrifica
  • entesi: zona anatomica in cui un tendine (oppure un legamento) si inserisce sull’osso

L’entesi e la membrana sinoviale sono in stretto contatto e formano un complesso altamente specializzato, che rappresenta il bersaglio principale dell’infiammazione nell’artrite psoriasica.
In qualche caso, l’infiammazione può colpire anche il tendine e la borsa sierosa, un cuscinetto ripieno di liquido situato tra il tendine e l’osso, che fa in modo che il tendine non sfreghi contro l’osso.